DIFE
Via Vecchia Provinciale Lucchese, 53 Serravalle Pistoiese, Italia 51034
Phone: +390573919515

Ambiente e salute

La fibra killer

In Italia l’utilizzo di prodotti contenenti amianto è vietato dal 1992.
Che cos’è l’amianto? Perché è nocivo per la salute?

Redazione Dife

18 Gen 2018 4 min di lettura

In Italia l’utilizzo di prodotti contenenti amianto è vietato dal 1992.
Tuttavia nei decenni antecedenti al divieto, fin dai primi anni del ‘900, è stato largamente impiegato nella costruzione di navi, treni, componenti e vernici per auto, per la fabbricazione di prodotti di consumo, come materiale da costruzione per l’edilizia sotto forma di composto fibro-cimentizio (Eternit) per la realizzazione di coperture per abitazioni e capannoni, ma anche di canne fumarie, serbatoi idrici e tubazioni.
Un materiale estremamente versatile e reperibile in natura a basso costo, ma che purtroppo si è scoperto troppo tardi essere cancerogeno.
Si stima che ogni anno in Italia muoiano 4000 persone a causa delle malattie correlate all’esposizione alle fibre di amianto e ad oggi il suo utilizzo è bandito in oltre 50 paesi nel mondo.

Che cos’è l’amianto?
Con il termine asbesto (dal greco asbestos: perpetuo, inestinguibile) o amianto ci si riferisce ad un insieme di minerali appartenenti alla classe chimica dei silicati.
Si tratta di un materiale estremamente resistente, flessibile, dotato di capacità fonoassorbenti e termoisolanti, facilmente filabile (può essere tessuto), resistente agli acidi e alla trazione, si lega facilmente con altri materiali (cemento, calce, gesso), è reperibile in natura e la fibra purificata si estrae facilmente dalla roccia madre a seguito di macinazione.
Per la normativa italiana sono compresi sotto il nome di amianto i seguenti composti:
crisotilo, crocidolite, amosite, tremolite, actinolite, antofillite, appartenenti alle serie mineralogiche degli anfiboli e del serpentino.

Perché è nocivo per la salute?
Tante sono le qualità dell’amianto quanto al tempo stesso è pericoloso per la salute umana.
La sua pericolosità deriva dalla struttura fibrosa che lo contraddistingue, base delle sue caratteristiche tecniche ma anche delle sue altissime proprietà di rischio.
Si pensi che la fibrosità e l’estrema finezza delle fibre di amianto è tale che – a livello ipotetico – in un centimetro lineare si possono allineare 250 capelli, 500 fibre di lana, 1300 fibre di nylon e 335.000 fibre di amianto.
I materiali composti da amianto hanno la capacità di rilasciare fibre sottilissime, potenzialmente inalabili che possono provocare gravi malattie dell’apparato respiratorio.
È molto importante dunque che la procedura di rimozione dell’amianto sia svolta da una ditta specializzata nel rispetto della legge, a garanzia del rispetto delle norme di sicurezza previste a tutela della salute.


DIFE è specializzata nell’esecuzione di opere di rimozione di manufatti contenenti amianto in matrice compatta o friabile, essendo dotata di operatori, mezzi ed attrezzature specifiche per ogni tipo di intervento.
Offriamo un servizio completo – per i proprietari di abitazioni civili, di immobili industriali e per le pubbliche amministrazioni – che comprende:

  • sopralluogo a cura di un tecnico specializzato per valutare le modalità tecnico-operative da prevedere;
  • redazione di eventuali perizie tecniche sullo stato di conservazione dei manufatti e delle pratiche amministrative richieste dal piano di lavoro;
  • incapsulamento del materiale con specifici prodotti penetranti o ricoprenti;
  • rimozione e confezionamento a cura di operatori altamente specializzati;
  • ispezione a fine lavori a cura del nostro tecnico abilitato per la verifica della perfetta riuscita dell’intervento;
  • trasporto e conferimento dei rifiuti contenenti amianto direttamente presso i nostri impianti;
  • attività di monitoraggio ambientale per verificare l’eventuale presenza di fibre di amianto nell’aria.

DIFE è in grado di eseguire interventi di rimozione e rifacimento coperture sia civili che industriali di ogni dimensione e tipologia.
Con uno staff tecnico costantemente aggiornato sugli sviluppi normativi e sulle nuove tipologie di materiali disponibili in commercio, consiglia il cliente fornendo le soluzioni più opportune.

Il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione che fissa al 2028 il termine ultimo per completare la bonifica del territorio europeo dall’amianto.
Per raggiungere questo obiettivo, ogni anno il governo italiano vara piani di incentivi e agevolazioni fiscali che interessano imprese, privati e pubbliche amministrazioni.

Se sei proprietario di un manufatto contenente amianto e vorresti informazioni o approfondire temi specifici, chiama DIFE, sapremo darti tutte le informazioni che cerchi ed il supporto necessario.